KAIMAN KNIFE 

''Da Fratello a Fratello''

COME IMPUGNARE L'ARMA

NOZIONI GENERALI:

Esistono vari modi di impugnare il coltello ma, indipendentemente dalle preferenze personali, teniamo in considerazione alcuni criteri generali che consentano una presa salda ma non troppo (causa troppa rigidità nei movimenti) e adatta alla situazione di combattimento. 

La sensibilità all'arma va maturata nel tempo con l'esperienza. Non dimentichiamo che le varie impugnature incidono sulla mobilità del polso che, deve ammortizzare il peso dell'arma durante il contatto e rendere fluidi gli angoli fondamentali. Pertanto, ogni tipo di presa ha vantaggi e svantaggi, è per questo che dobbiamo sapere quale utilizzare a seconda del tipo di coltello, della distanza e del peso dello stesso. Possiamo comunque dividere le prese in due classi: frontali e rovesciate. Le prime sono consigliate nella lotta alla lunga e alla media distanza: consentono una scherma migliore e di sfruttare l'immediata lunghezza dell'arma ma la potenza sarà sacrificata nelle stoccate (neanche troppo se si lavora bene sulla sensibilità al contatto pesante); le seconde sono consigliate nella media - corta distanza: l'arma fungerà quasi da arpione nei colpi di rientro e la potenza sarà amplificata. Detto questo vediamo come sono le prese comunemente usate in combattimento:

HAMMER GRIP o IMPUGNATURA A MARTELLO:

La mano avvolge saldamente l'impugnatura del coltello e forma con il braccio un angolo di novanta gradi. La presa si posiziona subito sotto i rami di guardia con il pollice che stringe l'impugnatura. Viene privilegiata nel Close Combat in quanto permette il pieno controllo sui colpi stoccati con forza dal basso verso l'alto alla milza, al fegato o allo stomaco. Il suo essere istintiva la rende particolarmente sicura nel contatto pesante ma presenta lo svantaggio della scarsa mobilità del polso negli anticipi e nella scherma. E' possibile usare lo skull breaker nella cortissima distanza. 

SABER GRIP o IMPUGNATURA A SCIABOLA:

Simile alla Hammer Grip, il pollice appoggia sulla godronatura, funge da mirino ed esercita una pressione in contraccolpo sul ramo di parata (dove presente). La mobilità del polso permette una scherma sciolta e veloce. Molto valida negli slash è più debole negli affondi, dato che il pollice deve fare da contraccolpo a tutta la forza scaricata sull'arma (il rischio è che in un contatto duro si perda l'impugnatura e il filo finisca all'interno della mano). Per sopperire a questo, niente vieta di passare istintivamente alla Hammer durante gli affondi.  

MODIFIED SABER GRIP o IMPUGNATURA A SCIABOLA MODIFICATA:

In questa variante del Saber Grip, il pollice può poggiare o sul ''ricasso'' o subito sotto la guardia (alcuni coltelli presentano un incavo apposito sull'impugnatura).  La mobilità del polso permette una scherma sciolta e veloce. Molto valida negli slash è più debole negli affondi dato che il pollice deve fare da contraccolpo a tutta la forza scaricata sull'arma (il rischio è che in un contatto duro si perda l'impugnatura e il filo finisca all'interno della mano). Per sopperire a questo, si può arretrare la presa sull'impugnatura e poggiare lo skull breaker sul palmo della mano. In questo modo si avrà un'estensione in centimetri sulla lunghezza della lama nei colpi di punta.    

FILIPPINO GRIP o IMPUGNATURA FILIPPINA:
Molto simile all'Hammer Grip, il pollice rimane parallelo al ramo di parata o alla lama (quando non presente il ramo di parata). Non utilizzate questa presa nei coltelli militari double edge. Il polso è mobile e si ha un buon controllo dell'arma. Questa presa è propria del combattimento di coltello Filippino in cui esprime tutto il suo senso e la sua essenza.

REGULAR REVERSE GRIP o IMPUGNATURA ROVESCIATA:

la mano avvolge il manico del coltello con la lama rivolta verso il basso e verso l'esterno. Questa presa, come tutte quelle rovesciate, necessita di una particolare competenza nella scherma dato che i movimenti e il concetto di combattimento sono molto diversi da quelli con lama frontale. La mano esercita la sua pressione sui rami della guardia e ciò la rende particolarmente stabile e forte. Consigliata in spazi ristretti alla corta/cortissima distanza massimo alla media.

ICEPICK GRIP:

simile alla reverse grip, il pollice esercita pressione sul crasher (rendendola una presa stabile e forte sopratutto nei coltelli privi di guardia).  La mano avvolge l'impugnatura vicino al crasher con la lama rivolta verso il basso e verso l'esterno (ciò aumenta l'estensione della lama). Questa presa, come tutte quelle rovesciate, necessita di una particolare competenza nella scherma dato che i movimenti e il concetto di combattimento sono molto diversi da quelli con presa frontaleConsigliata in spazi ristretti alla corta/cortissima distanza massimo alla media.

PRESA RUSSA o SPETZNAZ:

Siamo tra i pochissimi in Italia, a conoscere e a studiare il combattimento con l'applicazione di questa presa. L'arma (posta in posizione reverse) viene racchiusa tra anulare e medio. Da questa posizione è possibile passare da presa frontale a inversa in una frazione di secondo. Necessità di parecchio esercizio affinché sia salda, veloce e potente.

CONTENUTI

CONTATTACI

Grazie per averci contattato. Ti risponderemo il prima possibile.
Si è verificato un errore.
Clicca qui per riprovare.

PARTNERS